domenica 22.04.2018
caricamento meteo
Sections

Relazioni internazionali. Funzionari del Ministero della Salute Libico in visita-studio sul sistema socio-sanitario dell'Emilia-Romagna

L'assessore Patrizio Bianchi: "Un utile confronto per la riorganizzazione del sistema sanitario in Libia". L'Emilia-Romagna indicata dalla Commissione Europea come esempio di buone pratiche

Bologna – L’assessore regionale al Coordinamento delle politiche europee allo sviluppo, Patrizio Bianchi, ha incontrato a Bologna una delegazione di funzionari del Ministero della Salute libico, guidata da Kalid Ben Atya, direttore dell’Ufficio di cooperazione internazionale. La visita-studio in Emilia-Romagna della delegazione libica si inserisce nel progetto dell’Unione Europea che finanzia in Libia due progetti per il rafforzamento ed il supporto della ricostruzione e della riorganizzazione del sistema sanitario libico. La visita è stata infatti realizzata nell’ambito del progetto europeo LHSS (EU-Libyan Health System Strengthening), iniziato nel gennaio 2013 e focalizzato soprattutto sulla qualità dei servizi sanitari di base con un progetto di sostegno a cliniche pilota a Tripoli, Gharyan, Zliten e Benghazi.  
“La Delegazione della Commissione Europea in Libia ha invitato i funzionari libici a visitare il sistema sanitario dell’Emilia-Romagna, in quanto esempio di una buona pratica di politica sanitaria pubblica- spiega l’assessore Patrizio Bianchi- Un utile confronto e stimolo per la riorganizzazione del sistema sanitario in Libia, sistema che si trova a dover decidere, nella fase attuale di ricostruzione, quale direzione intraprendere e a quale modello ispirarsi”.
I membri della delegazione in questi giorni a Bologna sono tutte figure apicali del Ministero della Sanità libica (unico ministero non diviso tra est e ovest) e direttori di vari Primary Health Care Department provenienti da diverse città della Libia. Obiettivo della visita presentare la visione e l'organizzazione pratica del Dipartimento di Salute della Regione Emilia-Romagna, in particolare per quanto riguarda il processo di decentralizzazione delle funzioni di gestione dei servizi e il ruolo della Regione e delle ASL nella pianificazione e implementazione delle cure mediche di base. Illustrati inoltre i servizi di assistenza sanitaria di base in Italia, con particolare attenzione alla funzione dei medici di base nel controllo della spesa, ai livelli essenziali di assistenza e alla promozione attiva della salute. Alcuni degli obiettivi della visita saranno raggiunti attraverso un ciclo di presentazioni del Dipartimento di Salute della Regione Emilia Romagna, delle ASL e dei servizi specialistici ambulatoriali.

In precedenza l’assessore Patrizio Bianchi aveva incontrato l’assessore ai Rapporti internazionali della Regione di Creta, Georgio Alexakis. L’incontro ha consentito di focalizzare le opportunità di collaborazione tra le due regioni, entrambe membri attive della Commissione delle Regioni Periferiche Marittime (CRPM), sui temi delle migrazioni e delle trasformazioni sociali ad esse connesse nell’ambito del Mediterraneo, del patrimonio artistico e culturale e dei processi di innovazione nell’applicazione delle nuove tecnologie, sul comune lavoro di lobby in ambito europeo per il futuro delle politiche di coesione a livello regionale.

Azioni sul documento
Pubblicato il 13/12/2017 — ultima modifica 13/12/2017

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali